Decisione T.F.N.- Sezione Disciplinare: Decisione n. 105/TFN - SD del 28 Febbraio 2022  (motivazioni)

Impugnazione: Deferimento n. 5368/123 pf21-22/GC/SA/mg del 26 gennaio 2022 nei confronti del sig. R.F. - Reg. Prot. 98/TFN-SD

Massima: Mesi 2 (due) e giorni 15 (quindici) di inibizione al Presidente per la violazione: i) “dell’art. 4, comma 1, CGS, anche in relazione all’art. 31, comma 1, CGS per aver sottoscritto il verbale assembleare datato 26 luglio 2021, ed afferente alla propria nomina a Presidente dell’ASD FC Giugliano 1928, in un luogo diverso da quello dichiarato sul predetto verbale ovvero, presso lo studio dell’avvocato ….. e non presso lo stadio di Giugliano in …..; nonché in assenza dei sigg.ri …., le cui firme erano già apposte sul richiamato verbale”; ii) “dell’art. 4, comma 1 CGS, anche in relazione all’art. 21 co. 4 NOIF per aver ricoperto, nel corso della stagione sportiva 2021 – 2022, contemporaneamente quantomeno a far data dal 26 luglio 2021 al 26 agosto 2021, il ruolo di “Presidente” dell’ASD FC Giugliano 1928, militante nel Campionato Regionale di Eccellenza Campania e dell’ASD Academy Secondigliano”. ….La sottoscrizione di un verbale attestante fatti non avvenuti come descritto nel verbale rappresenta, infatti, una condotta ingiustificabile a prescindere dall’effettiva rilevanza dei fatti ivi indicati. Parimenti la collaborazione del deferito può assumere rilievo ai fini della riduzione o commutazione della sanzione, ma non può in alcun modo far venir meno l’illiceità del falso. Non sono condivisibili poi le difese del deferito secondo le quali il falso de quo non sarebbe sussumibile nelle fattispecie tipizzate dall’art. 31 del CGS. La norma prevede, infatti, una fattispecie aperta, in base alla quale costituisce illecito amministrativo “ il fornire informazioni mendaci, reticenti o parziali”, senza alcuna ulteriore specificazione in ordine alla necessità che le condotte siano tese ad ostacolare l’esercizio di poteri ispettivi e di vigilanza da parte degli Organi Federali…L’asserita mancanza di consapevolezza in ordine all’effettiva esistenza di un divieto di cumulo di cariche in società come contestato, espressamente previsto all’art. 21, comma 4, delle NOIF, è irrilevante, non potendo essere ammessa la mancata conoscenza delle Norme Organizzative Interne della FIGC da parte di un tesserato, tanto più se dirigente di una società affiliata.  

 

Decisione T.F.N.- Sezione Disciplinare: Decisione n. 99/TFN - SD del 17 Febbraio 2022  (motivazioni)

Impugnazione - Deferimento n. 5368/123 pf21-22/GC/SA/mg del 26 gennaio 2022 nei confronti dei sigg.ri G.P. + altri - Reg. Prot. 98/TFN-SD

Massima: A seguito di patteggiamento ex art. 127 CGS, mesi 3 e giorni 10 al Presidente per la violazione dell’art. 4, comma 1 CGS, anche in relazione all’art. 21 co. 4 NOIF, per aver ricoperto nel corso della stagione sportiva 2020 – 2021, sia la carica di Presidente dell’ASD Sora Calcio 1907, militante nel Campionato Regionale di Eccellenza Laziale, carica tutt’ora ininterrottamente ricoperta a far data dal 26.3.2020, e sia di Consigliere della ASD FC Giugliano 1928, militante nel campionato interregionale di serie D, dall’11.01.2021 al 17.05.2021; la violazione dell’art. 4, comma 1 CGS, anche in relazione all’art 31 co. 1 CGS, per aver influenzato in via diretta o comunque attraverso diretti collaboratori di propria fiducia la gestione dell’ASD FC Giuliano 1928, e per aver contribuito alla falsificazione materiale ed ideologica del verbale di nomina di nuovo Presidente dell’ASD FC Giugliano 1928, redatto in luogo diverso rispetto a quanto indicato nel richiamato atto. Detto verbale risulta sottoscritto presso lo studio dell’avvocato …. sito a …. e non presso lo stadio di …. sito in via …. s.n.c., come ivi indicato, nonche ́ in assenza di …., nonostante le firme di questi ultimi fossero gia ̀ apposte al richiamato verbale, firme peraltro disconosciute dal sig. ….., per la violazione dell’art. 4 comma 1 CGS, anche in relazione all’art. 18 co. 5 NOIF, per avere in qualita ̀ di Presidente dell’ASD FC Giugliano 1928, in carica dal 26.08.2021, effettuato il cambio di sede legale dell’ASD FC Giugliano 1928 dal Comune di Giugliano in Campania al Comune di Torre Annunziata, comuni tra loro non confinanti e distanti circa 30 km l’uno dall’altro, e non depositando la relativa istanza entro il termine di presentazione, prorogato dagli organi federali alla data del 26.07.2021 relativamente al settore dilettanti per la stagione sportiva 2020/21, ma comunicandone semplicemente l’avvenuto trasferimento in data 29.09.2021. Le società son sanzionate con l’ammenda.

Decisione T.F.N.- Sezione Disciplinare: Decisione n. 86/TFN del 21.01.2021

Impugnazione - Istanza: Deferimento n. 7341/99 pf20-21 LDF/GC/am del 18.12.2020 nei confronti del sig. V.S. - Reg. Prot. 82/TFN-SD)

Massima: Con il patteggiamento ex art. 127 CGS: mesi 12 di inibizione al copresidente, per la violazione di cui agli artt. 4 comma 1 del CGS, ovvero della violazione dei doveri lealtà, correttezza e probità, per avere consentito l’apposizione di firme apocrife “imputabili ai sig.ri …..e  ….”,  sul  modulo  denominato  variazione  organigramma  n.  3  datato 20.12.2019, dallo stesso …sottoscritto, in occasione dell’assemblea societaria indetta in data 19.12.2019, senza la presenza, (per mancata rituale convocazione), dei sig.ri …. (copresidente), …. (vice presidente) e …. (cassiera), procedendo in tal modo, al rinnovo delle cariche societarie dell’ASD Calcio Biancavilla, all’insaputa dei sigg.ri …

 

Decisione T.F.N.- Sezione Disciplinare: Comunicato Ufficiale n.052/TFN del 12 Febbraio 2016 - www.figc.it

Impugnazione Istanza: (94) – DEFERIMENTO DEL PROCURATORE FEDERALE A CARICO DI: M.N.(Presidente p.t. della Società FCD Rossoblù Potenza), Società FCD ROSSOBLÙ POTENZA - (nota n. 4806/107 pf14-15 GT/dl del 16.11.2015).

Massima: Il presidente viene prosciolto dall’accusa di aver violato l’art. 1bis, comma 1, del CGS per avere di fatto impedito che i soci, nonostante che fossero in possesso di regolare lettera di convocazione da loro debitamente esibita all’ingresso dello stadio “A. Viviani” di Potenza, partecipassero ai lavori assembleari indetti per il giorno 1.6.2015, in quanto è emerso dagli atti che la disposizione di impedire l’accesso allo stadio e la partecipazione all’Assemblea ai soci, veniva personalmente impartita, in quanto i soci non erano in regola con i relativi pagamenti e pertanto non potevano aver titolo per prendere parte all’assemblea.

DirittoCalcistico.it è il portale giuridico - normativo di riferimento per il diritto sportivo. E' diretto alla società, al calciatore, all'agente (procuratore), all'allenatore e contiene norme, regolamenti, decisioni, sentenze e una banca dati di giurisprudenza di giustizia sportiva. Contiene informazioni inerenti norme, decisioni, regolamenti, sentenze, ricorsi. - Copyright © 2023 Dirittocalcistico.it