Decisione T.F.N.- Sezione Tesseramenti:  Decisione pubblicata sul C.U. n. 22/FTN del 31 Maggio 2019 (motivazioni) con riferimento al C.U. n.20/FTN del 23 Aprile 2019 (dispositivo)

Impugnazione istanza: RICHIESTA DI GIUDIZIO DEL GIUDICE SPORTIVO DELLA DELEGAZIONE PROVINCIALE MILANO C/O CR LOMBARDIA – LND IN ORDINE AL TESSERAMENTO DEL CALCIATORE B.M. (N. 5.8.1996 – MATR. FIGC 4611605) PER LA SOCIETÀ ASD OSAL NOVATE.

Massima:.. il Tribunale … osserva che la norma richiamata (art. 40 co. 1 NOIF) che contiene il divieto per allenatori ed arbitri di tesserarsi come calciatori, non ha come unica ratio quella di opporsi all’elusione delle norme che disciplinano gli svincoli dei calciatori dilettanti e comunque il divieto in essa è tassativamente espresso salvo deroghe specifiche che nel caso di specie non emergono. Peraltro, il calciatore, in ragione di quanto dichiarato e documentato dalla Società reclamante, avrebbe arbitrato nella stessa stagione l’incontro Novatese – Ador Bollate, svoltosi in data 7 Ottobre 2018, valevole per la quinta giornata dello stesso campionato (gir. Q), determinando un palese conflitto di interessi. L’AIA da parte Sua, puntualmente, con comunicazione del 18 Aprile 2019, certifica che il signor …. nato il 5 agosto 1996, è stato Loro associato dal 11 Aprile 2017 al 24 Dicembre 2018, data in cui avrebbe spontaneamente rassegnato le proprie dimissioni…P.Q.M….Il Tribunale …dichiara nullo e privo di effetti ab origine il tesseramento del calciatore

Decisione T.F.N.- Sezione Tesseramenti:  Decisione pubblicata sul C.U. n. 21/FTN del 31 Maggio 2019 (motivazioni) con riferimento al C.U. n.19/FTN del 4 Aprile 2019 (dispositivo)

Impugnazione istanza: RICHIESTA DI GIUDIZIO DEL GIUDICE SPORTIVO DELLA DELEGAZIONE PROVINCIALE DI MILANO C/O CR LOMBARDIA – LND IN ORDINE AL TESSERAMENTO DEL CALCIATORE I.N. (N. 26.10.1982 – MATR. FIGC 3362761) PER LA SOCIETÀ POL. LISCATE ASD.

Massima: Il Tribunale….osserva che la norma richiamata (art. 40 co. 1 NOIF) che contiene l’ostatività per allenatori ed arbitri di tesserarsi come calciatori, non ha come unica ratio quella di opporsi all’elusione delle norme che disciplinano gli svincoli dei calciatori dilettanti e comunque il divieto in essa è tassativamente espresso salvo deroghe specifiche che, nel caso di specie non esistono…P.Q.M…Il Tribunale…dichiara nullo e privo di effetti il tesseramento del calciatore

Decisione T.F.N.- Sezione Tesseramenti:  Decisione pubblicata sul C.U. n. 4/FTN del 23 Ottobre 2018 (motivazioni) con riferimento al C.U. n. 1/FTN del 16 Luglio  2018 (dispositivo)

Decisione impugnata: RICORSO AVVERSO IL MANCATO TRASFERIMENTO ALLA SOCIETÀ ASD NAPOLI NORD IN QUANTO TESSERATO COME DIRIGENTE PER ALTRA SOCIETÀ.

Impugnazione istanza: M.L.- (RICORSO EX ART. 30, COMMA 18, LETT. A CGS –

Massima: Riformata la decisione del CR Campanaia che aveva rigettato la richiesta di trasferimento quale calciatore in quanto sarebbe risultato inserito nell’archivio dirigenti, poiché dimessosi appunto da dirigente… lo stesso ricorrente provvedeva a dimettersi con propria nota del 21.11.2017 (in atti) e sempre in tale data la Società … ratificava tali dimissioni (verbale assembleare in atti). Va sul punto osservato che con nota del 14.11.2017 lo stesso calciatore non risultava però indicato quale dirigente accompagnatore da parte della Società ….e che la richiesta di trasferimento oggetto di diniego risulta essere regolarmente pervenuta in data 27.12.2017 al Comitato Campano.

Decisione T.F.N.- Sezione Tesseramenti: C.U. n. 19/TFNT del 23 Febbraio 2017 (motivazioni) - www.figc.it

Impugnazione Istanza: Reclamo     042       - RICHIESTA            DI        GIUDIZIO       CORTE SPORTIVA D'APPELLO NAZIONALE. (posizione di tesseramento calciatrice Domenichetti Giulia).

Massima: L’atleta tesserata con la medesima società prima come calciatrice e poi come tecnico, avendo rassegnato le dimissioni come tecnico e ratificate ben poteva essere trasferita come calciatrice ad altra società

Decisione C.A.F.: Comunicato Ufficiale n. 053/C Riunione del 17 Maggio 2007 - www.figc.it

Decisione impugnata: Delibera della Commissione Tesseramenti – Com. Uff. n. 18/D del 23.2.2007

Impugnazione - istanza: 9. RECLAMO A.S.D. ISCHIA BENESSERE E SPORT AVVERSO LA DECLARATORIA DI NULLITÀ DEL TESSERAMENTO DEL CALCIATORE E.V., NATO IL 5.4.1974, DALLA DATA DEL 25.8.2006, SEGUITO RICHIESTA DI GIUDIZIO DEL COMITATO INTERREGIONALE

Massima: E’ nullo il tesseramento del calciatore dalla data del 25.8.2006, in quanto gli effetti della declaratoria di nullità del tesseramento devono necessariamente retroagire “ex tunc” dal momento che all’atto del tesseramento l’ordinamento federale (art. 21 comma 3 N.O.I.F.) non consentiva in modo assoluto allo stesso, dirigente di una società affiliata alla F.I.G.C. di essere tesserato quale calciatore di altra società affiliata nella stessa Lega. In tale contesto infatti la invalidità del tesseramento fin dalla sua formazione ne impedisce gli effetti, anche se la sua declaratoria avviene soltanto successivamente, posto che il bene protetto dalla norma regolamentare ha per oggetto il rispetto delle regole da parte degli associati e perciò stesso la salvaguardia dei diritti di tutti gli affiliati alla reciproca osservanza delle norme federali affinchè nessuno possa trarre vantaggio dalla loro violazione. L’effetto risolutivo della declaratoria di nullità del tesseramento”ex tunc”, nei termini qui ritenuti, costituisce peraltro principio consolidato nella giurisprudenza della CAF.

DirittoCalcistico.it è il portale giuridico - normativo di riferimento per il diritto sportivo. E' diretto alla società, al calciatore, all'agente (procuratore), all'allenatore e contiene norme, regolamenti, decisioni, sentenze e una banca dati di giurisprudenza di giustizia sportiva. Contiene informazioni inerenti norme, decisioni, regolamenti, sentenze, ricorsi. - Copyright © 2022 Dirittocalcistico.it