Decisione C.G.F.: Comunicato ufficiale n. 274/CGF del 27 Maggio 2010 n. 3 e  su  www.figc.it Decisone impugnata: Delibera del Giudice Sportivo presso la Divisione Calcio a Cinque – Com. Uff. n. 474 del 24.2.2010 Impugnazione – istanza:  3) Ricorso della S.S. Audax 1970 S.Angelo avverso le sanzioni: - perdita della gara con il punteggio 0-6; - penalizzazione di 1 punto in classifica; - ammenda € 300,00; - obbligo di corrispondere alla società Futsal Makkia Urbino l’importo di € 250,00, inflitte seguito gara Futsal Makkia Urbino /Audax 1970 del 31.1.2010 Massima: La società è sanzionata con la perdita della gara e la penalizzazione di 1 punto in classifica per non aver preso parte alla gara e non dimostrando in sede di giudizio la causa di forza maggiore (impraticabilità delle strade dovuta alla neve), che le ha impedito di raggiungere in tempo utile la sede dell’incontro. Decisione C.G.F.: Comunicato ufficiale n. 176/CGF del 11 Marzo 2010 n. 1 e con motivazioni pubblicate sul Comunicato ufficiale n. 209/CGF del 26 Marzo 2010 n. 1 e  su  www.figc.it Decisone impugnata: Delibera del Giudice Sportivo presso la Divisione Calcio a 5 – Com. Uff. n. 474 del 24.2.2010 Impugnazione – istanza: 1)Ricorso dell’A.S.D. Virtus Cibeno avverso la punizione sportiva della: perdita della gara con il punteggio di 0-6; penalizzazione di un punto in classifica; ammenda di euro 300,00 quale prima rinuncia obbligo di corrispondere alla società Kaos Futsal l’importo di euro 250,00 a titolo di indennizzo per le spese sostenute da quest’ultima per assicurare la regolarità dell’incontro, seguito gara (Under 21 Nazionali) Kaos Futsal/Virtus Cibeno del 31.1.2010 Massima: La società per invocare la causa di forza maggiore - costituita dall’impraticabilità delle strade dovuta alla neve, situazione metereologica documentata dai mezzi di informazione radiotelevisivi - che le ha impedito di raggiungere il campo di guioco deve allegare al ricorso la documentazione comprovante il fatto storico. Il caso di specie: La gara non si disputava per mancata presentazione sul campo della squadra ospitata, il Giudice Sportivo (cfr. Com. Uff. n. 474 del 24 febbraio 2010), rilevava che la predetta società aveva fatto pervenire un preannuncio di reclamo, mirante a far riconoscere la sussistenza di una causa di “forza maggiore” ostativa per la squadra al raggiungimento in tempo utile della sede dell’incontro. La società impugnava il provvedimento alla CGF che lo respingeva. Decisione CAF: Comunicato Ufficiale 46/C Riunione del 6 aprile 2006 n. 8 – www.figc.it Decisione impugnata: Delibera della Commissione Disciplinare presso il Comitato Regionale Lombardia – Com. Uff. n. 35 del 9.3.2006 Impugnazione - istanza: Appello della dell’U.S. Cassolese avverso decisioni merito gara Varzi/Cassolese del 15.1.2006 Massima: La gara non disputata a causa della presenza di neve e di ghiaccio deve essere ripetuta per causa di forza maggiore, non imputabile alla società ospitante. La formazione di zone ghiacciate prescinde dall’eventuale spalatura della neve e la sua rimozione appare quanto mai improbabile ove si consideri la particolare natura di un campo di gioco. Pertanto è irrilevante la circostanza della asserita mancata totale rimozione della neve caduta prima delle 72 ore precedenti la gara posto che nulla avrebbe potuto la società ospitante per rendere possibile lo svolgimento dell’incontro. Decisione CAF: Comunicato Ufficiale 46/C Riunione del 6 aprile 2006 n. 7 – www.figc.it Decisione impugnata: Delibera della Commissione Disciplinare presso il Comitato Regionale Lombardia – Com. Uff. n. 35 del 9.3.2006 Impugnazione - istanza: Appello dell’ U.S. Sambenedettina 2000 avverso decisioni merito gara Pontevichese 2000/Sambenedettina del 15.1.2006 Massima: La gara non disputata a causa della presenza di neve e di ghiaccio deve essere ripetuta per causa di forza maggiore, non imputabile alla società ospitante. La formazione di zone ghiacciate prescinde dall’eventuale spalatura della neve e la sua rimozione appare quanto mai improbabile ove si consideri la particolare natura di un campo di gioco. Pertanto è irrilevante la circostanza della asserita mancata totale rimozione della neve caduta prima delle 72 ore precedenti la gara posto che nulla avrebbe potuto la società ospitante per rendere possibile lo svolgimento dell’incontro. Decisione CAF: Comunicato Ufficiale 46/C Riunione del 6 aprile 2006 n. 6 – www.figc.it Decisione impugnata: Delibera della Commissione Disciplinare presso il Comitato Regionale Lombardia – Com. Uff. n. 35 del 9.3.2006 Impugnazione - istanza: Appello dell’U.C. Unione Calcistica Cairate avverso decisioni merito gara Samarate/Cairate del 5.2.2006 Massima: La gara non disputata a causa della presenza di neve e di ghiaccio deve essere ripetuta per causa di forza maggiore, non imputabile alla società ospitante. La formazione di zone ghiacciate prescinde dall’eventuale spalatura della neve e la sua rimozione appare quanto mai improbabile ove si consideri la particolare natura di un campo di gioco. Pertanto è irrilevante la circostanza della asserita mancata totale rimozione della neve caduta prima delle 72 ore precedenti la gara posto che nulla avrebbe potuto la società ospitante per rendere possibile lo svolgimento dell’incontro. Decisione CAF: Comunicato Ufficiale 46/C Riunione del 6 aprile 2006 n. 5 – www.figc.it Decisione impugnata: Delibera della Commissione Disciplinare presso il Comitato Regionale Lombardia – Com. Uff. n. 35 del 9.3.2006 Impugnazione - istanza: Appello della A.S. Galbiatese R.L. avverso decisioni merito gara Sporting San Donato/Galbiatese del 5.2.2006 Massima: La gara non disputata a causa della presenza di neve e di ghiaccio deve essere ripetuta per causa di forza maggiore, non imputabile alla società ospitante. La formazione di zone ghiacciate prescinde dall’eventuale spalatura della neve e la sua rimozione appare quanto mai improbabile ove si consideri la particolare natura di un campo di gioco. Pertanto è irrilevante la circostanza della asserita mancata totale rimozione della neve caduta prima delle 72 ore precedenti la gara posto che nulla avrebbe potuto la società ospitante per rendere possibile lo svolgimento dell’incontro. Decisione CAF: Comunicato Ufficiale 46/C Riunione del 6 aprile 2006 n. 4 – www.figc.it Decisione impugnata: Delibera della Commissione Disciplinare presso il Comitato Regionale Lombardia – Com. Uff. n. 35 del 9.3.2006 Impugnazione - istanza: Appello della A. C. Magenta avverso decisioni merito gara Azzate Calcio Mornago/Magenta del 5.2.2006 Massima: La gara non disputata a causa della presenza di neve e di ghiaccio deve essere ripetuta per causa di forza maggiore, non imputabile alla società ospitante. La formazione di zone ghiacciate prescinde dall’eventuale spalatura della neve e la sua rimozione appare quanto mai improbabile ove si consideri la particolare natura di un campo di gioco. Pertanto è irrilevante la circostanza della asserita mancata totale rimozione della neve caduta prima delle 72 ore precedenti la gara posto che nulla avrebbe potuto la società ospitante per rendere possibile lo svolgimento dell’incontro. Decisione CAF: Comunicato Ufficiale 46/C Riunione del 6 aprile 2006 n. 3 – www.figc.it Decisione impugnata: Delibera della Commissione Disciplinare presso il Comitato Regionale Lombardia – Com. Uff. n. 35 del 9.3.2006 Impugnazione - istanza: Appello della A.S. Volta Calcio avverso decisioni merito gara Pieve 99/Volta Calcio del 12.2.2006 Massima: La gara non disputata a causa della presenza di neve e di ghiaccio deve essere ripetuta per causa di forza maggiore, non imputabile alla società ospitante. La formazione di zone ghiacciate prescinde dall’eventuale spalatura della neve e la sua rimozione appare quanto mai improbabile ove si consideri la particolare natura di un campo di gioco. Pertanto è irrilevante la circostanza della asserita mancata totale rimozione della neve caduta prima delle 72 ore precedenti la gara posto che nulla avrebbe potuto la società ospitante per rendere possibile lo svolgimento dell’incontro. Decisione C.A.F.: Comunicato Ufficiale n. 27/C Riunione del 21 Marzo 2002 n. 10 – www.figc.it Decisione impugnata: Delibera della Commissione Disciplinare presso il Comitato Regionale Lazio - Com. Uff. n. 54 del 21.2.2002 Impugnazione - istanza:Appello dell’A.S. Vigor 1929 avverso decisioni merito gara non disputata Fabbrica Carbognano/Vigor del 13.1.2002 Massima: Sussiste la causa di forza maggiore di cui all’art. 55 comma 2 delle N.O.I.F., quando la società non ha potuto raggiungere il campo di calcio a causa della pericolosità della circolazione stradale di quel giorno dovuta alla presenza di gelo e ghiaccio. Circostanze risultanti dalla certificazione del Sindaco e della Stazione CC. in cui ha sede la società ospitata. Ciò risponde pertanto ad un legittimo atteggiamento di prudenza per evitare un serio e concreto rischio per l’incolumità degli atleti. Decisione C.A.F.: Comunicato Ufficiale n. 15/C Riunione del 20 Dicembre 2001 n. 6 – www.figc.it Decisione impugnata: Delibera della Commissione Disciplinare presso il Comitato Nazionale per l’Attività Interregionale - Com. Uff. n. 81 del 23.11.2001 Impugnazione - istanza: Appello del F.C. Casertana avverso decisioni merito gara non disputata Sorrento/Casertana del 14.10.2001 Massima: E’ ravvisabile una situazione di forza maggiore, nel caso in cui la revoca dell’agibilità provvisoria dello stadio (rilevata dal Dirigente del Settore LL.PP. del Comune) è conseguita non alla mancata osservanza da parte della società delle prescrizioni contenute nel provvedimento di rilascio dell’agibilità, ma alla situazione verificatasi a seguito dell’incontro di calcio svoltosi nello stesso stadio il giorno precedente la gara; situazione portata a conoscenza della società nella tarda serata di questo giorno e stante l’impossibilità di ovviare ai sopravvenuti (e tutt’altro che lievi) inconvenienti rilevati la sera precedente o di reperire altro impianto dove far svolgere l’incontro, non si vede quale rimprovero possa muoversi alla società che è venuta a trovarsi in una situazione di forza maggiore non per suo comportamento o per sue omissioni, ma per via della gara svoltasi (nello stesso stadio) il pomeriggio precedente. Decisione C.A.F.: Comunicato Ufficiale n. 26/C Riunione del 5 aprile 2001 n. 9 – www.figc.it Decisione impugnata: Delibera della Commissione Disciplinare presso la Divisione Calcio a Cinque - Com. Uff. n. 178 del 9.3.2001 Impugnazione - istanza:Appello dell’A.S. Trinacria T. Cuor Leone avverso decisioni merito gara non disputata Trinacria T. Cuor Leone/Lazio Calcio a Cinque del 13.1.2001 Massima: La giurisprudenza ha evidenziato come il caso di forza maggiore postuli l’assenza di ogni responsabilità, non solo a titolo di dolo, ma anche a titolo di colpa, e richiede dall’agente la prova rigorosissima di aver commesso il fatto (o l’omissione) senza colpa, ed eventualmente di essersi determinato a compierlo per errore incolpevole. Decisione CAF: Comunicato Ufficiale 34/C Riunione del 16 maggio 1996 n. 2 – www.figc.it Decisione impugnata: Delibera della Commissione Disciplinare presso il Comitato Regionale Campania - Com. Uff. n. 68 del 4.4.1996 Impugnazione - istanza: Appello dell’A.C. Pro Ebolitana avverso decisioni merito gara non disputata Gragnano/Pro Ebolitana del 10.3.1996 Massima: La società che non si presenta in campo per disputare la gara nel termine prescritto, è considerata rinunciataria alla gara stessa, da cui consegue la sanzione della perdita della gara, l'ammenda relativa alla prima rinuncia ed un punto di penalizzazione in classifica, salvo che non avesse dimostrato la sussistenza di una causa di forza maggiore (art. 55, comma 1 NOIF).
DirittoCalcistico.it è il portale giuridico - normativo di riferimento per il diritto sportivo. E' diretto alla società, al calciatore, all'agente (procuratore), all'allenatore e contiene norme, regolamenti, decisioni, sentenze e una banca dati di giurisprudenza di giustizia sportiva. Contiene informazioni inerenti norme, decisioni, regolamenti, sentenze, ricorsi. - Copyright © 2022 Dirittocalcistico.it