Decisione C.D.N.: Comunicato ufficiale n. 49/CDN del 14/01/2010 n. 2 - www.figc.it Decisione Impugnata: delibera CD Territoriale presso il CR Molise CU n. 54 del 27.11.2009 Impugnazione - istanza:  (135) – Appello della Procura Federale avverso l’incongruità della sanzione inflitta alla società ASD Pro Cercemaggiore (ammenda € 300,00), emessa a seguito di proprio deferimento Massima: L’eccezione della Società che la penalizzazione del punto in classifica non potrebbe essere applicata essendo trascorsa la stagione sportiva successiva a quella della commessa violazione non ha pregio, ove si consideri che il deferimento della Procura Federale, datato 7 ottobre 2009, è stato introdotto nella stagione sportiva 2008/2009 e che la sanzione richiesta può essere applicata nella corrente stagione sportiva 2009/2010 in forza del principio dell’afflittività della sanzione stessa, a cui si ispira anche la lettera G, art. 18, CGS.

 

Decisione C.D.N.: Comunicato Ufficiale n. 22/CDN  del 25 Settembre 2009 n. 4  - www.figc.it Decisione impugnata: Delibera CD Territoriale presso il CR Lazio CU n. 127 del 10.7.2009 Impugnazione - istanza: (14) – Appello della Procura Federale avverso l’inconguita’ della sanzione inflitta alla soc. ASD Anagni Calcio a 5 (ammenda € 150,00), a seguito di proprio deferimento Massima: Quando la società, pur essendo regolarmente affiliata alla F.I.G.C., non è attualmente iscritta ad alcun campionato, la normativa regolamentare impone che, nel caso di applicazione della penalizzazione di punti in classifica, deve tassativamente essere indicata la stagione in cui la sanzione va scontata e considerando che nella fattispecie in esame non è dato sapere se e quando il sodalizio tornerà ad iscriversi ad un campionato, l’invocata tipologia di provvedimento non può essere applicata. Può invece, alla luce delle risultanze procedimentali essere rivisitata l’entità della multa da applicare alla Società anche per adeguarla a quella delle sanzioni inflitte ai tesserati di essa.

 

Decisione C.D.N.: Comunicato Ufficiale n. 53/CDN  del 27 Gennaio 2010 n. 1 - www.figc.it Impugnazione - istanza:  (24) – Deferimento del Procuratore Federale a carico di:V. G. (all’epoca dei fatti Presidente della Soc. Pol. FC Lavello) e della società Pol. FC Lavello (nota n. 842/1442pf07-08/MS/vdb del 5.8.2009), (67)

Impugnazione - istanza:  Deferimento del Procuratore Federale a carico di:Vito Gerardi (all’epoca dei fatti Presidente della Soc. Pol. FC Lavello) e della società Pol. FC Lavello (nota n. 1440/42pf08-09/AM/ma del 28.9.2009).

Massima: La società è sanzionata con la penalizzazione di punti (2) in classifica da scontare all’atto della eventuale iscrizione al Campionato di competenza per la violazione dell’art. 1, comma 1, CGS e dell’art. 94 ter, comma 11, NOIF; per non aver ottemperato al pagamento nei confronti del calciatore di quanto stabilito con la decisione della C.A.E. presso la Lega Nazionale Dilettanti del 5 novembre 2007, non opposta.

Massima: La società è sanzionata con la penalizzazione di punti in classifica da scontare all’atto della eventuale iscrizione al Campionato di competenza in quanto la stessa ancorchè abbia cessato tutte le attività è tuttora affiliata

 

Decisione C.D.N.: Comunicato Ufficiale n. 08/CDN  del 17 Luglio 2008  n. 4 - www.figc.it

Decisione impugnata: Delibera CD Territoriale presso il CR Veneto - CU n.80 del 10.6.2008

Impugnazione - istanza:– Appello del Procuratore Federale avverso la sanzione della penalizzazione di 9 punti nella classifica del campionato di 2^ categoria 2007/2008 inflitta a seguito di proprio deferimento alla società ACD Fossaltese .

Massima: L’art. 18, comma 1, lettera g), del CGS dispone espressamente che “…la penalizzazione sul punteggio che si appalesi inefficace nella stagione sportiva in corso, può essere fatta scontare, in tutto o in parte, nella stagione sportiva seguente”. Pertanto, è del tutto evidente dal chiaro tenore testuale della norma in esame che, in ossequio al generale principio della reale afflittività e dell’efficacia della sanzione comminata, l’applicazione di quest’ultima possa ed anzi debba essere differita alla stagione sportiva successiva, nel caso in cui la stessa sanzione non abbia alcuna efficacia afflittiva nella stagione sportiva in corso. Ciò posto e venendo al caso in esame, l’applicazione alla società dei 9 punti di penalizzazione in classifica nella stagione sportiva 2007/2008 non ha una sostanziale efficacia afflittiva e non risponde ad alcun logico criterio di effettività della sanzione, atteso che la medesima società, pur scontando i 9 punti di penalizzazione, manterrebbe la stessa posizione in classifica.

 

Decisione C.D.N.: Comunicato Ufficiale n. 63/CDN del 06 Giugno 2008  n. 2,3,4,5  - www.figc.it

Decisione impugnata: Delibera CD Territoriale presso il CR Veneto – CU n. 70 del 23.5.2008

Impugnazione – istanza: Appello del Procuratore Federale avverso le sanzioni irrogate a seguito di proprio deferimento a carico di: R.V., R.B., F.R.A. e della societa’ AC Sona M. Mazza. – Appello della società AC Sona M. Mazza avverso la penalizzazione di punti 8 in classifica, da scontarsi nella stagione sportiva 2008/2009 e ammenda di € 1.000,00 a seguito di deferimento del Procuratore Federale - Appello del sig. R.V. (dirigente AC Sona M. Mazza) avverso la propria inibizione per mesi 3 a decorrere dal 1.9.2008 a seguito di deferimento del Procuratore Federale  – Appello del sig. R.B. (dirigente AC Sona M. Mazza) avverso la propria inibizione per mesi 2 a decorrere dal 1.9.2008 a seguito di deferimento del Procuratore Federale

Massima: Gli artt. 18 lettera g) e 22 n° 12 CGS impongono l’immediata applicazione delle sanzioni e quindi la loro esecuzione nell’ambito della stagione in cui la decisione è stata assunta, con unica deroga quella di una loro non effettiva afflittività se non posticipate al campionato successivo.

Decisione CAF: Comunicato Ufficiale 3/C Riunione del 28 luglio 1997 - n. 5 – www.figc.it

Decisione impugnata: Delibera della Commissione Disciplinare presso la Lega Professionisti Serie C- Com. Uff. n.205/c del19.7.1997

Impugnazione - istanza: Procuratore Federale: avverso decisioni a carico dall'U.S. Massese; U.S. Massese: penalizzazione n. 9 punti nella classifica 1997/98; F.G., B.G. e N.V.: inibizione per anni 3; G.M.: squalifica fino al 30.10.1997; A.C. Mobilieri Ponsacco: avverso decisioni a carico della U.S. Massese. Appello del Procuratore Federale, dell’U.S. Massese e dei sigg.ri F.G. e B.G., D.N.V., D.G.M. e dell'A.C. Mobilieri Ponsacco avverso decisioni a seguito di procedimento per illecito sportivo in relazione alla gara Mobilieri Ponsacco/ Massese dell’1.6.1997

Massima: La postergazione di una penalizzazione ad altra stagione sportiva è consentita dall'art. 8 comma 1 lett. f) C.G.S. solo quando si appalesi praticamente inefficace nella stagione sportiva in corso.

DirittoCalcistico.it è il portale giuridico - normativo di riferimento per il diritto sportivo. E' diretto alla società, al calciatore, all'agente (procuratore), all'allenatore e contiene norme, regolamenti, decisioni, sentenze e una banca dati di giurisprudenza di giustizia sportiva. Contiene informazioni inerenti norme, decisioni, regolamenti, sentenze, ricorsi. - Copyright © 2023 Dirittocalcistico.it